agendo direttamente sulle fasce muscolari , con pressioni dosate e lente , per promuoverne lo scollamento e l’espansione , sostiene il corpo mente nella sua naturale tendenza a trovare (ritrovare) una funzionalità posturale integrata alla azione e alla relazione per soddisfare i naturali bisogni e desideri, individuali, di coppia e sociali .

il termine posturale ha per noi un significato energetico spazio temporale, cioè è l’equilibrio che si manifesta ora tra le parti del corpo: come conseguenza storica di un adattamento alle varie esperienze attraversate e la necessità di relazione nell’ambiente qui e ora .

l’integrazione posturale agisce metodicamente sulla organizzazione complessa di tensioni e contro tensioni che determinano sia in riposo che in movimento il nostro atteggiamento (posizioni che assumiamo) generale e specifico in relazione con noi stessi e con gli altri .

Anatomicamente facciamo riferimento alla rete mio fasciale connettivale, e puntiamo con il massaggio in connessione con il respiro e l’autoconsapevolezza, alla riorganizzazione dei tessuti non separata dal flusso spontaneo della nostra energia.

L’originalità del lavoro sta nel considerare e nell’intervenire con forza e delicatezza, al fine di dare valore e funzionalità a quelle parti del corpo, che nell’adattamento e negli sforzi estremi relazionali e lavorativi, hanno subito una trasformazione apparentemente irreversibile e che nel presente potrebbero limitare il nostro movimento possibile .

Crediamo che lo stress protratto e intenso su una qualsiasi componente o più componenti il corpo mente, tenda a ridurre le nostre capacità di recupero , a frammentare la nostra unità e spingere all’eccesso il controllo e il senso del dovere (o la trasgressività). Con l’integrazione posturale l’operatore da dimostrazione effettiva di come vecchie tensioni tenute sotto controllo , ora possano espresse senza pericolo e di come il nuovo flusso di energia possa essere di nuovo libero e naturale .

si tratta di riempire dove c’è carenza , svuotare dove c’è troppo , percepire dove c’è frammentazione a dare sicurezza.

Esempio: tensioni croniche al collo possono trattenere la paura di lasciarci portare dalla propria gioia o tristezza anche nelle situazioni dove sarebbe possibile.

Oppure il nostro petto e le nostre spalle sono chiusi per paura del rifiuto nella convinzione che il nostro bisogno profondo di energia per respirare e nutrirci adeguatamente non possa mai essere soddisfatto.

Il bacino è tirato indietro, oppure spinto in avanti e impedisce il movimento più libero delle pelvi e la piena soddisfazione sessuale.

Possiamo interpretare ciò come qualcosa di psicologico o di strutturale o le due insieme, quello che si promuove con l’integrazione posturale è il sostegno chiaro e leale per una auto liberazione , che significa al momento opportuno, l’esperienza reale del blocco della rabbia e della frustrazione trattenuta nei muscoli profondi del bacino e la scoperta di un flusso unificato di energia (forza e amore)che dal cuore va ai genitali e viceversa .

Associazione italiana bodymindintegration

www.bmintegration.it

www.integrazioneposturale.org

Utilizzando il sito si accetta l’uso di cookies per analisi, risultati personalizzati e pubblicità. cookies policy.  [ Accetto ]